Generalmente si tende ad identificare con la bellezza tutto ciò che rende un senso di ordine, simmetria, armonia, pulizia, freschezza. E’ l’aggregazione o combinazione di questi parametri a generare cose piacevoli ai sensi che ci fanno affermare: questo è bello. E allora URBEX – Il fantastico mondo dell’abbandono?

L’Abbandono del fotografo Giovanni Rossi Filangeri approda all’Asylum Fantastic Fest

URBEX – Il fantastico mondo dell’abbandono

L’universo tende al caos e alla disgregazione. Ogni realtà lotta contro questo ineluttabile destino. Tutto quello che vive deve morire, ogni cosa che esiste un giorno non esisterà più. E questo perché le cose sono destinate ad esistere ma non a durare e l’essere vive nell’istante cristallizzato, come congelato per sempre. Le cose umane non fanno eccezione. Tuttavia, ogni realtà umana lascia una traccia indelebile di sé che è possibile seguire e riscoprire. La macchina fotografica non fa altro che fermare gli attimi già congelati dal tempo. L’urbex è quindi una discesa nel fantastico, nell’irreale. Una finestra aperta sulla dimensione spazio tempo che fa rivivere ciò che non è più.

Cosa spinge verso palazzi bui e deserti, fabbriche vuote e contorte? Cosa si vede oltre i vetri sporchi coperti di ragnatele di quel vecchio albergo di lusso? Che spettacolo potrà apparire sul palcoscenico sfondato di quel grande teatro dimenticato? E cosa si prova: un sentimento di pietà o di sfida?

Ti potrebbe interessare: Silent Scream – La mostra all’Asylum Fantastic Fest 2020

Il fantastico mondo dell’abbandono trova la sua ragione nell’agonia dell’essere. E’ un viaggio nel tempo, in altre vite, in altri mondi che non ci appartengono e ai quali comunque siamo in qualche modo legati. Reale ed irreale si fondono, permettendo di intravedere i fantasmi che emergono dall’oscurità e dalla polvere del passato. E quello che per molti è orrore e decadenza, per alcuni è pura bellezza.

L’ingresso alla Mostra è gratuito e la stessa si potrà visionare dal 28 al 1 novembre in occasione dell’Halloween Edition presso la trnsostruttura del Valmontone Outlet.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: