Tetro Video e Domiziano Cristopharo presentano in anteprima il secondo lungometraggio del regista di horror estremi Alex Hernández (autore molto amato in patria del rape&revenge Blood For Flesh), dal titolo Justine. Secondo voci accreditate, il film dovrebbe essere un horror dalle forti venature erotiche, ricco d’immagini di disturbante violenza, un insostenibile concentrato di rapimenti, sadismo, torture, perversioni e trasgressioni di vario ordine e grado.

Film liberamente ispirato al romanzo Justine o le disavventure della virtù,la prima opera pubblicata dal Marchese De Sade nel 1791. La sceneggiatura è stata scritta da Alex Hernández e Juan Manuel Martínez. Justine è prodotto da Tetro Video in collaborazione con MyIndie Productions e sarà disponibile per l’home video nei prossimi mesi. Nel cast figurano Dan Zapata, Jacqueline Blanca Bribiesca, Enrique Diaz Duran, Juan Manuel Martinez e Marisela Plaza.

Questa è la trama ufficiale: 

Justine (Dan Zapata) è un’adolescente che cerca di preservare la sua virtù ma sarà incitata a soccombere al vizio. La giovane finirà per lavorare come cameriera a casa del Dr. Rodin, un uomo malvagio e ossessionato dalla verginità che la trasformerà in una vittima consenziente delle torture più atroci e spietate guidate dal piacere.

Virtù intesa come devozione al Cristianesimo, almeno da quanto viene descritto nel romanzo. Le false incriminazioni, inoltre, potrebbero essere state omesse nel film che dovrebbe concentrarsi quasi esclusivamente sui soprusi ai danni della Justine di riferimento, almeno da ciò che si vede in maniera piuttosto esplicita nel teaser trailer ufficiale godibile privatamente, previa digitazione password su Vimeo. Riuscirà la nostra Justine a salvarsi puntualmente a ogni rapimento con stupro annesso e devastazione fisica a rischio di compromissione vitale? Sarà, nel caso, per opera della sorella Juliette che ha preso carica nobiliare proprio per aver accettato la sua natura viziosa e libertina? Secondo testimonianze varie vicine all’esistenza di De Sade, il personaggio di Justine prende ispirazione dalla relazione avuta con la bella cameriera di servizio Catherine Trillet, vittima assenziente i desideri lussuriosi del famigerato marchese.

Federico Mattioni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: