Prevista per agosto la release di Portae Infernales, una trilogia a base di sangue, sesso e sadismo, che proietta lo spettatore nei reconditi più bui dell’animo umano. Un viaggio nell’orrore a cui si potrà assistere nella comodità del proprio salotto grazie all’edizione DVD a tiratura limitata firmata TetroVideo.

Portae Infernales è un trittico macabro che non lascia spazio alla speranza

Portae Infernales

Con agosto TetroVideo non va in vacanza, ma raddoppia, anzi triplica con la produzione austriaca Portae Infernales. Sono infatti tre i registi a partecipare questo progetto a sei mani, tre registi per altrettanti spaccati d’orrore che, tra riti satanici, stupri e sacrifici umani, porteranno lo spettatore ad indagare negli angoli più bui e terribili della psiche umana.

I traghettatori che condurranno il pubblico attraverso questa vera e propria discesa all’inferno sono: Herbert Gantner (Inhumanity, Broken Sight, Der Spiegel), Philip Lilienschwarz (Absolutio- Erlosung im Blut) e Markus Wimberg (Bloody Monster). Ad aprire le danze è Gantner, con il suo Inhumanity, che vede un ragazzo di nome Kaj lottare contro i propri personali demoni, una battaglia che però il giovane non riuscirà a vincere. Kaj infatti soccomberà al desiderio di una sanguinosa vendetta che metterà in atto contro i suoi aguzzini (reali o percepiti), a partire da uno dei suoi professori, il Dottor Bohler.

A seguire vi è The Brotherhood in cui Wimberg ci mostra il disastroso esito dell’incontro fra tre giovani studenti e un sinistro professore, che si scoprirà essere in segreto il leader di una setta satanica. Infine, a chiudere Portae Infernales ci pensa Lilienschwarz, con Agonia.

Ti può interessare: Gretel e Hansel in arrivo ad agosto: ecco il trailer del nuovo film horror

Protagonista del terzo capitolo di questa trilogia dell’orrore, forse il più cupo dei tre, è Lisa, una ragazza che in pieno giorno viene rapita da degli uomini senza scrupoli. Incatenata in una lurida prigione sarà vittima dei loro più sadici desideri fino a quando l’incursione di un elemento sopranaturale non cambierà le carte in tavola, ma ciò non deve far pensare ad un lieto fine perchè Portae Infernales è un trittico macabro che non lascia spazio alla speranza.

Degni di nota nel cast di Portae Infernales sono Erwin Leder (Schindler’s List, Underworld, U-Boot  69) e Helmut Berger (Il violinista del diavolo, Timeless, Saint Laurent). L’antologia sarà disponibile con una tiratura di cento copie numerate contenenti DVD, due carte da collezione e un poster a doppia facciata.  

Andrea Sola

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: