Sono iniziate questi giorni in Francia le riprese di o2, un survival-thriller ambientato in un centro per la criogenesi. Il film, una produzione Netflix, vede Alexandre Aja (Alta tensione, Le colline hanno gli occhi-2006, Piranha 3D) alla regia e Melanie Laurent nel ruolo di protagonista precedentemente assegnato a Noomi Rapace.

Una Melanie Laurent in trappola in un thriller claustrofobico che gioca con la paura umana degli spazi ristretti

Melanie Laurent

Netflix ha iniziato in questi giorni la produzione di o2, un survival-thriller dalle sfumature fantascientifiche ambientato in un centro per la criogenesi. Il film segna il ritorno in patria del regista Alexandre Aja e vedrà Melanie Laurent nel leading role dopo diversi recasting che hanno incluso Anne Hathaway e Noomi Rapace.

o2: trama e produzione

L’attrice è anche coinvolta nella produzione del progetto, finanziato da IM Global, insieme a Suzan Bymel, Adam Riback, James Engle e Stuart Ford. Il soggetto, scritto da Christie LeBlanc (qui al suo primo lungometraggio) tratta della storia di una giovane donna che si sveglia all’interno di una unità per la criogenesi. Impossibilitata ad uscire e priva di memoria, la ragazza lotterà con tutte le sue forze per ricordare chi è e salvarsi la vita prima che l’ossigeno all’interno della capsula si esaurisca, da qui il titolo o2.

Melanie Laurent protagonista del thriller o2

Quindi  il  film vede una Melanie Laurent in trappola in un thriller claustrofobico che gioca con la paura umana degli spazi ristretti, a riguardo il regista Alexandre Aja ha ammesso che: “Dopo il periodo speso in lockdown un soggetto che esplorasse le implicazioni del confinamento e della claustrofobia è stato quasi una necessità” e che è molto entusiasta di collaborare con Wild Bunch e Melanie Laurent in questa fantastica opportunità creativa fornita da Netflix. Da parte sua la produzione ha detto di essere fiera di aver riportato il regista in Francia per un film ambizioso che tratta un genere non ancora esplorato a sufficienza dal cinema francese.

La pellicola ricade all’interno di un’iniziativa Netflix per la promozione di progetti locali con un focus sulla creazione e l’acquisto di film in lingue differenti dall’inglese per la piattaforma di streaming. Gaelle Mareschi, il creative manager dietro al progetto ha rilasciato una breve dichiatazione riguardo al film: “Con o2 Aja porta il suo immaginario ad un livello superiore trascinando lo spettatore in un’emozionante e inaspettata corsa dal punto di vista sia fisico che emozionale”.

Andrea Sola

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: