Secondo quanto dichiarato da Observer è David Gordon Green il regista scelto per dirigere il nuovo L’esorcista. Non è chiaro se il progetto, targato Blumhouse, sarà un sequel diretto del primo film, ma è già in fase di sviluppo. William Friedkin, regista del film del 1973, pare non sia stato coinvolto.  

La Blumhouse, casa di produzione statunitense fondata nel 2000 da Jason Blum, negli anni ha messo su un vero e proprio impero dell’orrore creando nuovi miti e saghe molto redditizie. Con il nuovo film de L’esorcista prova a “svecchiare” quello che all’unanimità è considerato un capolavoro, ma che secondo alcuni non ha superato la prova del tempo.  

Secondo quanto rivelato da Observer David Gordon Green, regista della nuova trilogia dedicata a Michael Myers composta da Halloween (2018), Halloween Kills (2021) e Halloween Ends (2022), sarebbe in trattative per dirigerlo.

David Gordon Green

Basato sul romanzo di William Peter Blatty, L’esorcista racconta di Regan, una ragazzina che per gioco evoca il demone Pazuzu attraverso la tavola ouija. La bambina comincia a dare segni di squilibrio, i medici non riescono ad aiutarla e la madre, disperata, decide di rivolgersi alla Chiesa. Negli anni è diventato un cult dell’horror imprescindibile per appassionati e giovani autori del genere. Furono realizzati due sequel: L’esorcista II-L’eretico e L’esorcista III-La genesi e una serie tv sequel, The Exorcist, di due stagioni.  

Scena tratta da L’esorcista (1973) di William Friedkin

Tiziana Panettieri  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: