Il secondo capitolo della nuova trilogia iniziata con Halloween, nel 2018, ha ricevuto il Rating R per le scene di violenza presenti in tutto il film, linguaggio osceno e uso di droghe. La sua uscita è prevista nell’autunno 2021 e sarà quindi vietato ai minori di 17 anni non accompagnati.  

Nel 2018 Halloween di David Gordon Green, sequel diretto del film di John Carpenter del 1978, iniziò una nuova trilogia dedicata all’iconico Michael Myers. E’ recente la notizia che il secondo capitolo, Halloween Kills, ha ricevuto il Rating R dalla Motion Picture Association of America (MPPA). Sarà quindi vietato ai minori di 17 anni non accompagnati per la massiccia presenza di violenza, linguaggio osceno e uso di droghe. La sceneggiatura è curata da Gordon Green in collaborazione con Danny McBride e Scott Teems.  

Michael Myers, icona intramontabile del cinema horror

Nella nuova trilogia, Jamie Lee Curtis interpreta Laurie Strode quarant’anni dopo gli eventi del film di Carpenter e nel cast ritroviamo anche Nick Castle, interprete di Michael Myers nel ‘78 e nel 2018. Si aggiungono al cast Andi Matichak, Judy Greer, James Jude Courtney, Anthony Michael Hall, Robert Longstreet, Jibrail Nantambu. Ritroveremo, inoltre, Nancy Stephens, Kyle Richards e Charles Cyphers che riprenderanno i loro ruoli originali nel capostipite della saga.  

Jamie Lee Curtis, dopo 40 anni, riprende il ruolo di Laurie Strode

Halloween-La notte delle streghe di John Carpenter è considerato la punta di diamante degli slasher movie. Da quel 1978 questo nuovo sottogenere dell’horror ebbe una grande fortuna nei decenni successivi, con film e saghe il cui protagonista era un serial killer, umano o sovrumano, il cui obiettivo era uccidere un gruppo di giovani ragazzi. Il franchise di Halloween consta ora di 13 film, ed è una delle saghe più di successo della storia del cinema horror.  

Tiziana Panettieri  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: