Per chi non ama l’ozio in vacanza e si interessa di fenomeni paranormali, ecco alcuni suggerimenti di mete già note per patrimonio artistico e paesaggistico. E con una buona dose di coraggio, magari riuscire a incontrare ospiti inconsueti: i Fantasmi del Veneto e del Trentino.

Della stessa serie:

I Fantasmi del Veneto e del Trentino padroni di casa di alcune antiche dimore

Castello di Collalto

Sdraio e ombrellone non fanno per voi? Siete amanti del brivido? Andate a trovare i Fantasmi del Veneto e del Trentino. In provincia di Trento, il Castello di Drena, risalente al XII secolo, è detto ospitare i fantasmi di una donna e un uomo giustiziati per impiccagione e i cui resti furono rinvenuti all’inizio del Ventesimo secolo.

Della stessa serie: Case infestate di Emilia Romagna e Marche: oltre i tortelli c’è di più

Sempre del XII secolo, nei pressi di Bolzano, Il Castello di Tures ospiterebbe lo spettro di Margarethe: una giovane nobildonna suicidatasi dopo sette anni di disperazione a seguito dell’omicidio su commissione del suo promesso sposo, colpevole soltanto di non essere di pari lignaggio. Lo stesso Alberto Sordi, nel 1972, durante le riprese di un suo film diretto da Ettore Scola, dichiarò di aver percepito la presenza del fantasma. Il Castello di Arco, (Trento), è infestato per leggenda da tre spettri, uno dei quali in vita era un brigante. Spostandoci in Veneto, il Castello di Collalto vide murata viva la bellissima Bianca, del quale l’ottavo conte si era invaghito: si trattò di vendetta perpetrata dalla di lui moglie. In provincia di Vicenza, (Piovene Rocchette), Villa Fraccaroli, costruita a fine Ottocento, pare sia infestata dal fantasma della piccola figlia dei proprietari, morta per un incidente durante i lavori.

Villa Fraccaroli

La provincia di Padova non è da meno: al Castello di Monselice potrebbero farvi gli onori di casa alcuni degli ex abitanti: Ezzelino D’Este, che aveva regalato all’avvenente Avalda il castello come dono d’amore e Avalda stessa, in abito marmoreo macchiato di sangue, perché fatta uccidere dal suo amante una volta scoperti i suoi reiterati tradimenti. Emozioni assicurate.

                                                                                                                                  di Roberta Maciocci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: