Venerdì 30 ottobre ore 17.30. SERGIO STIVALETTI presenta in occasione dell’Halloween Edition presso il Valmontone Outlet il suo ultimo lavoro Rabbia Furiosa – Er canaro (2018) ispirato agli avvenimenti legati al Canaro della Magliana.

Rabbia Furiosa (2018) all’Halloween Edition. PResente Sergio Stivaletti

Rabbia Furiosa – Er canaro (2018)

La pellicola è ispirata al cosiddetto delitto del Canaro, l’omicidio brutalissimo e a dir poco truculento del criminale e pugile dilettante Giancarlo Ricci, avvenuto a Roma nel 1988 per mano di Pietro De Negri (soprannominato er canaro per via del suo lavoro presso un centro di toelettatura per cani).

Ricordiamo che l’ingresso è grautito e che per assistere alla proiezione con il regista è necessario prenotare il proprio posto inviando una mail ad asylumfantasticfest@gmail.com

Venerd’ 30 ottobre ore 15.00. La Direzione dell’Asylum Fantastic Fest è lieta di presentare in occasione dell’Halloween Edition presso l’Outlet di Valmontone la proiezione in Silent Cinema del film Ancora pochi passi (2020) di PUPI OGGIANO. Presenti il regista e gli sceneggiatori ANTONIO TENTORI e GABRIELE FARINA.

Ancora pochi passi di Pupi Oggiano all’Asylum Fantastic Fest

Ancora pochi passi (2020), di Pupi Oggiano

Quattro inquietanti personaggi si ritrovano al cospetto di una donna dal portamento elegante e austero in una casa opprimente e decadente. Ognuno di loro racconterà una storia, e ogni storia finirà per intrecciarsi alle altre in un vortice di sangue e tensione. Quale mistero nasconde quella dimora sinistra?

Un finale di suspance e sorpresa che potretre scoprie in occasione dell’Halloween Edition presso l’Outlet di Valmontone. Vi ricordiamo che l’ingresso è gratuito e che come per tutti gli eventi programmati in questa edizione, è necessario prenotare i propri posti inviando una mail a asylumfantasticfest@gmail.com

La Direzione dell’Asylum Fantastic Fest è lieta di annunciare in esclusiva la mostra dell’Artista/tatuatore Welt dello Yama Tatoo, INTO THE FIRE – tra esoterismo, Rock Art e fumetto.

Into the fire di Welt alla Second Edition dell’Asylum Fantastic Fest

INTO THE FIRE – la mostra

Welt, Classe 77 di Roma, è un artista poliedrico: tatuatore professionista e disegnatore da oltre venti anni, gestisce il suo studio Yama tattoo nel Rione Monti a Roma.  In questa occasione Welt metterà in esposizione varie stampe della sua arte, da fotografie fatte ai tatuaggi da lui ideati e realizzati, con uno stile ben definito apprezzato non solo in Italia, ma anche nel resto del mondo. Una fusione di stili esoterici, antichi con il mondo della Rock Art moderna, tra fumetto di influenza anni 70/80, ai soggetti Horror e Fantasy, spesso di ispirazione dal cinema di genere… alle copertine dei gruppi Heavy Metal ed altro ancora.

Essendo appassionato da sempre di queste forme di arte ha sempre connesso varie realtà simili al suo lavoro da tatuatore. Come tatuare molti componenti di famose bands ( Venom Inc, Poison, Pestilence, Nocturnus ad, Exciter, Yngwie Malmsteen, At the Gates e tante altre). Inoltre nel suo studio Yama tattoo ha effettuato moltissimi “Meet & greet” di genere: Nel mondo della musica Metal con Obituary, lamb of God, Claudio Simonetti’s Goblin, Satyricon, Nifelheim e altri…nel mondo del cinema Horror con Ruggero Deodato, Goblin, Enzo Sciotti, Luigi Cozzi,  Lamberto Bava, Giovanni L. Radice, Claudio Lattanzi, Antonio Bido, Tentori, Sergio Stivaletti e altri ancora.

Altre stampe riguarderanno invece la sua produzione da illustratore. Mostri, Alieni, teschi, visioni oscure surreali, guerrieri fantasy e tanto altro. Nel campo dell’ illustrazione e la pittura ha collaborato con moltissimi artisti collegati alle suo forti passioni per il genere Horror/Sci-fi e la musica Metal: Artworks per band del calibro di Claudio Simonetti’s Goblin, Slayer, Autopsy, Saint Vitus….Disegni con il maestro degli effetti speciali Sergio Stivaletti…Poster art per Festival come il RockHard Fest, Metaltalia… veramente troppe da elencare. Inoltre da poco è uscito un suo libro (Legacy of darkness, l’arte di Welt, della Shatter edizioni) che raccoglie una parte della sua carriera artistica in venti anni, le sue varie collaborazioni con artisti, editoria, eventi e molto di più.

Giovedì 29 ottobre ore 17.45 – La Direzione dell’Asylum Fantastic Fest è lieta di presentare per la sezione Litterae, l’incontro con EMANUELA VALENTINI che racconterà il suo ultimo lavoro editoriale Le Segnatrici (Piemme, 2020). Firma Copie.

Le Segnatrici, di Emanuela Valentini all’A.F.F. 2020

Le segnatrici (Piemme, 2020), di Emanuela Valentini

Emanuela Valentini vive e lavora a Roma come editor freelance.
Ha vinto numerosi premi per la narrativa breve e ha pubblicato in digitale il serial Red Psychedelia. I suoi racconti sono stati tradotti in varie lingue. Scrive per Wired Italia. Pratica per hobby la fotografia di paesaggi naturali e urbani. Amante della cultura underground, a volte dipinge sui muri.
Le segnatrici è il suo debutto nel thriller, in corso di pubblicazione in diversi Paesi del mondo.

Ricordiamo che per partecipare all’evento è necessario prenotare il posto inviando una mail ad asylumfantasticfest@gmail.com.

29 ottobre ore 17.00 – La Direzione dell’Asylum Fantastic Fest è lieta di ospitare ALEX VISANI ed INGRID MONACELLI che presenteranno il film STOMACH (2018). Un’occasione unica per godere in Silent Cinema dell’ultimo lavoro indipendente di Visani.

Alex Visani e Ingrid Monacelli presentano STOMACH (2018)

Stomach (2018), di Alex Visani

In apertura presentazione del trailer di FLESH CONTAGIUM (2021) di Lorenzo Lepori, presente per raccontarci la post produzione della pellicola.

Stomach racconta la storia di Alex, un ragazzo asociale e introverso che abita in un luogo di campagna estremamente desolato. Vittima di un passato misterioso, vive un presente fatto di ingiustizie e vessazioni: viene continuamente bullizzato dai colleghi sul posto di lavoro. Ma un male oscuro e sinistro alberga dentro all’animo pervaso di dolore del ragazzo, un male pronto ad emergere per scatenare un vortice di violenza e dolore.

Visani ci propone un film horror dalle atmosfere oscure, impregnato di violenza e sesso. Un percorso nei luoghi più oscuri della mente umana, fino alle estreme conseguenze.

Ricordiamo che è necessario prenotare i posti inviando una mail ad asylumfantasticfest@gmail.com

Generalmente si tende ad identificare con la bellezza tutto ciò che rende un senso di ordine, simmetria, armonia, pulizia, freschezza. E’ l’aggregazione o combinazione di questi parametri a generare cose piacevoli ai sensi che ci fanno affermare: questo è bello. E allora URBEX – Il fantastico mondo dell’abbandono?

l’Abbandono del fotografo Giovanni Rossi Filangeri approda all’Asylum Fantastic Fest

URBEX – Il fantastico mondo dell’abbandono

L’universo tende al caos e alla disgregazione. Ogni realtà lotta contro questo ineluttabile destino. Tutto quello che vive deve morire, ogni cosa che esiste un giorno non esisterà più. E questo perché le cose sono destinate ad esistere ma non a durare e l’essere vive nell’istante cristallizzato, come congelato per sempre. Le cose umane non fanno eccezione. Tuttavia, ogni realtà umana lascia una traccia indelebile di sé che è possibile seguire e riscoprire. La macchina fotografica non fa altro che fermare gli attimi già congelati dal tempo. L’urbex è quindi una discesa nel fantastico, nell’irreale. Una finestra aperta sulla dimensione spazio tempo che fa rivivere ciò che non è più.

Cosa spinge verso palazzi bui e deserti, fabbriche vuote e contorte? Cosa si vede oltre i vetri sporchi coperti di ragnatele di quel vecchio albergo di lusso? Che spettacolo potrà apparire sul palcoscenico sfondato di quel grande teatro dimenticato? E cosa si prova: un sentimento di pietà o di sfida?

Il fantastico mondo dell’abbandono trova la sua ragione nell’agonia dell’essere. E’ un viaggio nel tempo, in altre vite, in altri mondi che non ci appartengono e ai quali comunque siamo in qualche modo legati. Reale ed irreale si fondono, permettendo di intravedere i fantasmi che emergono dall’oscurità e dalla polvere del passato. E quello che per molti è orrore e decadenza, per alcuni è pura bellezza.

L’ingresso alla Mostra è gratuito e la stessa si potrà visionare dal 28 al 1 novembre in occasione dell’Halloween Edition presso la trnsostruttura del Valmontone Outlet.

La Direzione dell’Asylum Fantastic Fest è lieta di annunciare per il 28 ottobre alle ore 17.00 la proiezione all’Halloween Edition di Caleb (2020), di Roberto D’Antona. Presenti il regista e l’attrice Annamaria Lorusso.

D’antona e Lorusso presentano al pubblico CALEB (2020)

CALEB (2020), di Roberto D’Antona

Roberto D’Antona, giovane e apprezzato regista della scena horror italiana, alterna film horror cupi e seri ad altri dove la vena ironica e spericolata la fa da padrona. Questo Caleb appartiene al primo tipo e parte subito in modo convincente sfruttando appieno l’ambientazione notturna in un paesino deserto per mostrare due ragazze alle prese con un pericolo ignoto.

CALEB sarà proiettato in Silen Cinema per una fruizione individuale in cuffia. Una nuova frontiera del Cinema Sperimentale.

Annamaria Lorusso

Per assistere all’incontro con il regista Roberto D’Antone e con l’attrice Annamaria Lorusso e per partecipare alla proiezione è necessario prenotare il proprio posto inviando una mail ad asylumfantasticfest@gmail.com indicando il nome dell’evento cui si vuole partecipare, il numero di posti richiesti e lasciando un proprio recapito telefonico.

L’Asylum Fantastic Fest è un Festival all’insegna della Cultura e della Sicurezza.

Mercoledì 28 ottobre ore 17.45. Amanti e rivali, ultimo tassello del grande affresco realizzato da Cinzia Tani nel “Volo delle aquile”, la trilogia dedicata alla dinastia degli Asburgo, ci consegna la verità sul brutale assassinio dei coniugi Acevedo avvenuto decenni prima. Non rimane che Sofia, adesso che Gabriel, Manuela, Federico e Octavia sono morti. È lei la dolente depositaria di una avventurosa vita familiare segnata dalla tragedia. L’ultimo segreto affiorerà grazie all’inaspettata comparsa di due donne alla sua porta.

Cinzia Tani presenta Amanti e rivali al Valmontone outlet

Cinzia Tani

Mercoledì 28 ottobre alle ore 17.45 Cinazi Tanti incotra il pubblico per presentare il suo ultimo romanzo Amanti e rivali (Mondadori, 2020). L’evento sarà trasmesso in Diretta Streaming su FB/AsylumPressEditor

Mentre il secolo volge al tramonto, lo scontro tra cattolici e protestanti si fa più cruento. In Francia, sotto il regno di Carlo IX, nella notte di San Bartolomeo, tra il 23 e il 24 agosto 1572, si consuma la strage degli ugonotti per mano dei cattolici. E se la regina Elisabetta, in Inghilterra, tiene prigioniera la cattolica Maria Stuarda, il re spagnolo Filippo d’Asburgo, tramite il suo generale, l’intrepido e fascinoso Giovanni d’Austria, cerca la pacificazione nelle Fiandre.

Cinzia Tani, meravigliosa interprete narrante della storia si fermerà con il pubblico per il firma copie al termine della presentazione.

Ricordiamo che come per tutti gli altri eventi in programma all’Asylumm Fantastic Fest, anche in questo caso per prender parte alla presentazione della scrittrice è necessario prenotare il proprio posto inviando una mail ad asylumfantasticfest@gmail.com.

L’Asylum Fantastic Fest è un festival all’insegna della Cultura e della Sicurezza.

La Direzione dell’Asylum Fantastic Fest è lieta di presentare in anteprima internazionale SILENT SCREAM – Il cinema horror al tempo del muto in un viaggio di 15 tavole a cura di Renato Florindi.

Ritorna il Cinema Horror delle origini con SILENT SCREAM

SILENT SCREAM – Il cinema Horror al tempo del muto

Quindici capolavori indimenticabili del cinema degli anni’ 20 raccontati dall’estro artistico di uno dei più promettenti fumettisti italiani. Da Nosferatu al Gabinetto del Dottor Caligari, da Il Golem a L’uomo che ride, da Lo sconosciuto a Il Fantasma dell’Opera. Lo stile e il tratto frenetico, moderno e brutale di Renato Florindi tracciano le trame di quelle figure iconiche che nel loro muto bianco e nero hanno saputo incutere una nuova forma di terrore all’incauto spettatore dell’epoca.

Ad arricchire il Progetto 15 tavole analitiche di Niccolò Ratto per analizzare la diegesi filmica delle pellicole prese in esame.

L’ingresso alla Mostra è gratuito e si potrà visionare dal 28 al 1 novembre in occasione dell’Halloween Edition presso la trnsostruttura del Valmontone Outlet e dal 6 all’8 novembre presso Palazzo Doria Pamphilj.

Brandon Cronenberg raggiunge il successo internazionale nel 2012 con Antiviral, presentato al Festival di Cannes, nella sezione Un Certain Regard, e qualche mese dopo al Toronto International Film Festival. Si ravvisavano già allora le influenze horror paterne e Possessor pare raccogliere definitivamente l’eredità familiare.

E’ online il nuovo trailer di Possessor, horror sci-fi diretto da Brandon Cronenberg

Possessor

Presentato in anteprima nel gennaio 2020 al Sundance Film Festival, Possessor è il secondo lungometraggio diretto da Brandon Cronenberg, figlio del ben più noto e celebrato maestro dell’horror David Cronenberg. Negli Stati Uniti verrà distribuito da Neon il 9 ottobre, mentre si attendono notizie su una possibile data di rilascio italiana. Il film ha per protagonista un agente segreto,Tasya, al servizio di una misteriosa società che utilizza un impianto cerebrale dalle inquietanti funzioni. Su commissione di ricchi clienti, Tasya sfrutta questa prodigiosa tecnologia per impossessarsi dei corpi altrui e manipolarne la psiche allo scopo di fargli commettere degli omicidi. Un incarico affidatole, però, la intrappolerà nella mente di un uomo mettendo a rischio la sua vita e la sua identità.

Ti potrebbe interessare: In arrivo Mimesis: Nosferatu – Ecco il trailer del vampire movie

Possessor annovera nel cast volti familiari al genere: Andrea Riseborough (recentemente apparsa nel remake di The Grudge), Jennifer Jason Leigh (eXistenZ), Christopher Abbott (It Comes at Night), Sean Bean (The Dark), Kaniehtiio Horn (Mohawk), Tuppence Middleton, Rossif Sutherland e Christopher Jacot. Dalle prime immagini circolate in rete risulta evidente la volontà di Brandon Cronenberg di imporsi nel panorama horror contemporaneo come degno erede di suo padre. Già con Antiviral, esordio grezzo ma interessante, aveva dimostrato talento e creatività, lo stile e l’estetica rimandavano chiaramente al body horror, sottogenere di cui il padre è considerato capostipite con film quali Videodrome, eXistenZ e Brood-La covata malefica. Possessor si pone l’obiettivo di proseguire per la strada già battuta, confermando il regista Brandon Cronenberg come una fra le voci più disturbanti dell’attuale scenario horror.

TAG: Brandon Cronenberg, Possessor, horror, body horror, Antiviral, David Cronenberg, asylum press editor, asylum studio, asylum fantastic fest.

                                                                                                                  Tiziana Panettieri